EquIncontro Natura tra i firmatari di un contratto per il salvataggio dei Laghi dei Castelli Romani

Si è appena conclusa una serie lunghissima di seminari organizzati dall'AIPIN -Lazio e da altre organizzazioni, che ha portato alla realizzazione del Contratto di Falda e di Lago Albano, Nemi e per il fiume Incastro.


Esperti geologi, naturalisti, ecologi, professori universitari ma anche associazioni, istituzioni e studenti si sono dati appuntamento in questi seminari, per manifestare la grande attenzione intorno al grave problema dell'abbassamento del livello idrico nei laghi Albano e di Nemi, approfondire le complesse dinamiche di questo preoccupante fenomeno e trovare delle soluzioni concrete.

Grazie al coinvolgimento da parte di RESEDA Onlus - esponente del comitato tecnico proponente il contratto - con la quale la nostra associazione collabora già in "Riforestiamo i Castelli Romani" e altre iniziative di tutela del territorio, anche EquIncontro Natura è entrata a far parte dei firmatari del contratto di Falda e e di Lago.

Questo strumento operativo, servirà a sollecitare e coordinare i vari attori che operano sul territorio, in un'azione concreta di gestione e tutela delle risorse idriche dell'area castellana

Per maggiori approfondimenti visitate il seguente link

17 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti