20200913_084943.jpg

I nostri progetti solidali

 

Di Bosco in Nota

 
20200913_115047.jpg
IMG-20200913-WA0030.jpg
IMG-20200913-WA0022.jpg

“Evento straordinario, atmosfera bellissima, sembra di stare in una cattedrale naturale” Queste, le parole pronunciate con la voce rotta dall’emozione da Renato Carella, al termine della escursione-concerto “Di Bosco in Nota” organizzata domenica scorsa da EquIncontro Natura.

 

L’iniziativa, svoltasi domenica 13 settembre 2020

nel Bosco del Cerquone, all’interno del Parco

Naturale Regionale dei Castelli Romani, ha avuto

come obbiettivo una raccolta fondi in sostegno

dell’associazione siciliana “Il Ramarro” della quale

il professor Carella è il presidente.

 

Letizia Stagno, presidente di EquIncontro Natura ,

coadiuvata dai soci attivi dell'associazione,

ha condotto i partecipanti lungo una passeggiata

naturalistica nel bosco, impreziosita da un delicato

momento musicale a cura del duo chitarra-voce

“L’essenziale”, composto da Sara Bartolucci e

Simona Iemmolo .

 

Una enorme farnia, adagiata sotto una cupola di querce e noccioli, ha fatto da palcoscenico e cornice ad uno spettacolo, intimo ed emozionante.

 

E’ proprio il Professor Carella , arrivato direttamente dalla Sicilia per presenziare l’evento ad aprire l’iniziativa. Uomo dal fisico minuto che racchiude oltre ad una grande cultura, uno spirito, lucido e vivace, con una inconfondibile inflessione siciliana e un linguaggio semplice e allo stesso tempo forbito, racconta con manifesto rammarico i fatti che hanno dato vita a questa iniziativa di solidarietà.

Una serie impressionante di incendi dolosi, lo scorso luglio ha devastato il bosco di Santo Pietro, splendida riserva naturale vicino Caltagirone. Sono andate distrutte anche la sede e le strutture con le quali l’associazione il Ramarro proteggeva e gestiva il bosco da quasi trenta anni, diffondendo una cultura della legalità e del rispetto per l’ambiente.

“Abbiamo perso 8000 alberi ed è stato vanificato il lavoro di almeno quindici anni”, dichiara Carella. Ma il Ramarro rilancia, rimboccandosi le mani, chiedendo solidarietà e opponendo un netto rifiuto alle logiche perverse e distruttive che gravano su un ambiente naturale patrimonio della collettività.

 

Un appello che non cade nel vuoto e che viene raccolto soprattutto da realtà appartenenti alla società civile.

EquIncontro Natura, oltre ad una donazione diretta, ha organizzato questo evento, con il patrocinio del Comune di Rocca Priora dove l’associazione ha sede, raccogliendo una partecipazione generosa di pubblico e oltre mille euro di donazioni.

 

L’amministrazione comunale, presente con una sua rappresentanza nelle fasi iniziali dell’evento, ha ribadito una disponibilità già manifestata dal sindaco di Rocca Priora, Anna Gentili ad una collaborazione futura con Il Ramarro e le realtà associative locali, in solidarietà e difesa della legalità e del patrimonio naturalistico.

 

Le associazioni EquIncontro Natura e Il Ramarro ringraziano tutti gli intervenuti

Tra le braccia del Bosco

 

I periodi di difficoltà sono preziose opportunità per dare il meglio di noi mettendo in campo energie che non sospettavamo neanche di avere.

                                                    Ora che viviamo periodi difficili a causa della recrudescenza di una                                                                                    pandemia accompagnata da dubbi ed incertezze di vario tipo,                                                                                          Equincontro Natura ha ideato delle attività dedicate alle donne, più                                                                                      svantaggiate economicamente da questa emergenza sanitaria

                                                    dovendo spesso incrementare il tempo dedicato alla famiglia.

                                                    Fino al 23 dicembre 2020 sarà possibile per le donne, prenotare                                                                                        gratuitamente dal lunedì al venerdì, una benefica passeggiata nel                                                                                        bosco.

 

                                                    E' scientificamente provato che gli ambienti naturali e in particolare il                                                                                    bosco, hanno un'azione benefica sull'organismo al punto che la                                                                                          Silvoterapia è riconosciuta fin dai primi anni del secolo scorso come                                                                                    disciplina curativa.

 

                                                                               Camminare nel bosco è un toccasana per la respirazione, attiva la                                                       circolazione sanguigna, aumenta il numero di globuli rossi e attraverso la notevole quantità di                                                   ioni negativi di ossigeno presenti e inalati, stimola e equilibra la sfera emozionale.

                                               Le passeggiate, "Tra le braccia del Bosco" della durata di ca un'ora, in gruppo o singolarmente,                            non presentano particolari difficoltà e si svolgeranno nel bosco del Cerquone, all'interno del                                                     Parco Naturale Regionale dei Castelli Romani, dove Letizia Stagno, presidente di EquIncontro e                                                 profonda conoscitrice dell'area naturale, offrirà la sua presenza per condurre le partecipanti in                                                 una esperienza benefica e rigenerante.

 

Per info e prenotazioni rivolgersi tramite sms o wapp al 3389550895 o all'indirizzo email info@equincontro.it

cerquone.jpg
meditazione piccola.jpg